Gestione Campagne Google Ads

Intercetta persone interessate e pronte a comprare il tuo prodotto o il tuo servizio, creando il percorso più semplice e rapido per vendere di più

1. Analizziamo il mercato in cui sei inserito...

2. ...analizziamo le parole chiavi più cercate...

3. ...scriviamo ads usando un copy posizionante...

4. ...generiamo traffico per farti vendere

Perché attivare una campagna Google Ads
(vecchio AdWords)...?

Penso non ci sia molto più da dire su Google ads (spesso più conosciuto come Google Adwords) però voglio raccontartelo in questo modo…

Hai presente quando fai una ricerca su Google e i primi (solitamente 4) risultati sono di tipo sponsorizzato? Ecco, quelli sono annunci Google ads. Gli altri che seguono sono di tipo organico.

Google ads è uno dei metodi più potenti ed efficaci per raggiungere persone che attivamente esprimono una necessità e desiderano risolvere un problema.

Attraverso l’annuncio sponsorizzato tu crei un ponte tra la tua soluzione e l’utente.

Perché è tanto potente Google Ads?

Google ads ti fornisce la visibilità che cerchi nell’arco di qualche ora. Ovvero, da quando rendi pubblica la tua campagna, dopo qualche ora sei visibile nella zona di tuo interesse, quindi Italia, piuttosto che Europa, piuttosto che Lombardia.

Scegliendo le parole chiavi che ti servono e creando degli annunci persuasivi secondo regole copy puoi vendere rapidamente i tuoi prodotti e i tuoi servizi.

In sostanza possiamo serenamente dire che Google ads e una landing page adeguatamente strutturati sono il percorso perfetto per vendere i tuoi prodotti e i tuoi servizi.

Ovviamente c’è un però…

Perché ti conviene far gestire la tua campagna ad un professionista?

Come ogni piattaforma anche Google ads ha la sua profondità e richiede studio, conoscenza ed esperienza.

A differenza di Facebook ads che appare più semplice, Google ads ha un’interfaccia decisamente più complessa e molto più tecnica e richiede decisamente molta più esperienza.

Ovviamente, a parte l’aspetto tecnico, vi è l’aspetto che più ci sta a cuore, ovvero, il lavoro di copy, che, per una riuscita determinante, è indispensabile.

A seconda del tipo di prodotto, di servizio e di stadio del cliente, occorre adottare un tipo di copy, piuttosto che un altro.

Inoltre, occorre fare anche parecchie prove creando più annunci, alcuni di tipo più razionale, altri di tipo più emotivo, con l’intento di colpire il bisogno o desiderio del cliente, da più angoli possibili.

Tutto questo lo puoi fare solo con l’esperienza e non facendo qualche prova qua e là o copiando gli annunci della concorrenza.

In che modo Google ads determina la qualità degli annunci e della campagna?

Una volta ben disposti gli aspetti tecnici attraverso il copy occorre creare una forte correlazione tra parola chiave, annuncio e pagina di atterraggio (chiamata solitamente landing page).

Questo va a determinare un punteggio di tutto il lavoro fatto e attraverso un sistema definito “ad asta” Google assegna la posizione dei tuoi annunci, rispetto a quelli dei tuoi competitor.

Il lavoro che in sostanza occorre fare è quello sempre di controllare quali parole chiavi sono migliori, quindi lasciare e puntarci più credito, quali peggiori e quali da eliminare perché non in linea con la campagna.

Che tipo di campagne si possono attivare su Google ads?

La campagna che solitamente si usa e ben nota come campagna per rete di ricerca, che sono gli annunci che trovi nei risultati di ricerca su Google; poi abbiamo la rete display che sono banner che appaiono sui portali definiti da Google come partners. In questo tipo di campagna troviamo gli annunci che appaiono su Gmail; campagna video e sono le campagne che appaiono su YouTube prima o durante la visione dei video sul portale.

Quali sono i tre tipi di offerta per la campagna Google ads?

Quella più conosciuta è il CPC, ovvero, ogni volta che un utente clicca sul nostro annuncio Google scala il credito dal nostro budget.

Poi abbiamo l’offerta CPM, ovvero paghiamo ogni 1000 visualizzazioni del nostro annuncio.

Poi abbiamo l’offerta CPA, ovvero, costo per azione, che si paga ogni volta che viene effettuata la conversione.

Basta una campagna Google ads a determinare l’efficienza di un lavoro di marketing?

Ovviamente no, come al solito, anche in questo caso, è sempre la somma che fa il totale delle cose, di conseguenza, anche pur avendo a che fare con una campagna Google perfetta, poi occorre capire come lavorare su tutto il resto.

La campagna Google ads è solo una parte del lavoro e la fase più importante è sempre quella di analisi sia preliminare, che in corso d’opera.

Nella fase preventiva puoi capire lo stadio del cliente, il grado di consapevolezza quindi, se ha a che fare con un bisogno (magari urgente), oppure un desiderio (quindi non urgenze, ma solo migliorativo).

Capendo questi dettagli, che proprio dettagli poi non sono perché altamente fondamentali per la riuscita della campagna, si può iniziare come pensare a configurare tutto il resto.

Per tutto il resto non intendo solo la campagna Google ma anche la landing page che dovrà essere creata con un copy opportuno e preciso, in linea con la campagna e con tutto il resto del funnel.

Se anche tu quindi hai bisogno di creare una campagna Google Ads oppure ne vuoi ottimizzare una esistente, sicuramente possiamo aiutarti.
Contattaci. Il primo consulto è sempre gratuito e senza impegno